Cappelle absidali di destra

Basilica Interno Cappelle absidali di destra

Cappella del Crocifisso

In questa cappella aveva la sua sede la Scuola di S. Girolamo, che si prendeva cura dei condannati a morte, il cimitero dei quali era dietro l’abside di questa cappella.

L’altare di marmo nero di paragone è di Alessandro Vittoria, del quale sono pure la Vergine dolente e S. Giovanni Evangelista, in bronzo, firmate. Il Crocifisso, in marmo di Carrara, è di Francesco Cavrioli, già nella soppressa chiesa della Trinità alla Salute. A destra, monumento al barone inglese Odoardo Windsor, morto a Venezia nel 1574, opera attribuita al Vittoria. A sinistra, urna trecentesca, forse di Paolo Loredan, che nel 1365, cooperò alla repressione di Candia.

Altare della Cappella del CrocifissoAltare lombardesco della Cappella della MaddalenaMonumento a Vittor Pisani

Cappella della Maddalena

Sull’altare lombardesco dell’inizio del XVI secolo, la Maddalena è di Bartolomeo di Francesco, da Bergamo. Gli Apostoli Andrea Filippo e gli Angeli sono sculture di scuola padovana. In alto, vicino alle finestre, i quattro evangelisti, affresco attribuito a Palma il Giovane.

Sulla parete destra, monumento a Vittor Pisani († 1380), famoso vincitore dei genovesi nella battaglia di Chioggia. Solo la statua del Pisani è originale, il resto è moderna e precisa ricostruzione (1920) del monumento che era nella distrutta chiesa di S. Antonio a Castello. Sulla parete sinistra, urna trecentesca di Marco Giustiniani della Bragora(† 1347). Nel mezzo Vergine col Bambino, ai lati i santi Marco e Domenico; negli angoli, l’Annunciazione. A sinistra di quest’urna, una piramide sepolcrale dedicata al pittore Melchior Lanza. La statua della Malinconia è opera barocca dello scultore Melchior Barthel di  Dresda. Sulla parete: Deposizione dalla Croce, di Lattanzio Quarena († 1853).

 

Cappelle absidali di destra ultima modifica: 2016-05-08T11:47:54+00:00 da toni fontana